A Budapest sulle tracce di Shoah e Porajmos

porajmos-budapest-fondazione-fossoli

Da domani fino a lunedì sarò a Budapest insieme a 32 ragazzi dell’ITI Leonardo Da Vinci di Carpi.

Grazie alla Fondazione Fossoli e alla Regione Emilia-Romagna i ragazzi parteciperanno al progetto Shoah e Porajmos, passato e presente della catastrofe a Budapest che ha l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sul tema e far loro conoscere quello che è accaduto nella capitale ungherese prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. Una città, un Paese svuotato dalla Guerra e dal dramma della deportazione di quasi 500mila ebrei.

budapest-shoah

Sarò a Budapest non solo per raccontare il viaggio attraverso i canali social della Fondazione, ma soprattutto per farlo raccontare direttamente agli studenti. Formeremo tante piccole redazioni composte da due scrittori e un fotografo per documentare l’intero viaggio. E non vogliamo raccontarvi soltanto la visita alla Grande Sinagoga, al Parlamento, al Castello Reale e ai numerosi monumenti che ricordano il passaggio del Novecento sulla Capitale, quanto il confronto diretto che gli studenti carpigiani avranno con i propri coetanei ungheresi.

Grazie a diverse Associazioni, i ragazzi saranno infatti guidati all’interno della Shoah e del Porajmos ungherese da ragazzi della propria età. Con l’Associazione Giovani Scout Ebrei celebreranno il tradizionale rito dell’inizio dello Sabbath, con la Fondazione Uccu composta da giovani rom visiteranno il centro di Pest e il Museo dell’Olocausto e infine con l’Associazione Haver avranno un confronto sul tema dell’identità.

Il tutto in un 2016 terribile per quanto riguarda i temi della fuga, dell’accoglienza, della richiesta di asilo. Un anno in cui l’Ungheria stessa ha promulgato leggi sempre più dure e costruito crescenti recinzioni di filo spinato per tenere lontano dai propri confini persone in fuga da guerre e persecuzioni provenienti da Siria, Afghanistan e Iraq.

budapest-fondazione-fossoli-shoah

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *